Il METODO KINESI-K® punta l’attenzione al risveglio delle capacità motorie e all’allineamento posturale, è il manuale di istruzioni del movimento corporeo consapevole. Correggendo i disequilibri posturali-energetici è possibile contrastare e prevenire dolori e patologie (dolori articolari, protrusioni discali, conflitto sub-acromiale, condropatia rotulea, ecc).

Lo YOGA IN GRAVIDANZA nello specifico permette alle future mamme di prendersi cura del proprio benessere psico-fisico e arrivare all’appuntamento con il parto più serene. Movimenti lenti e respirazione profonda sono di grande aiuto, riducendo sensibilmente i sintomi che spesso accompagnano la gravidanza come la stanchezza, i dolori a livello lombare, la nausea, la costipazione, la cefalea e la fatica a respirare.

Nel corso delle lezioni ci concentriamo su quattro elementi fondamentali:

  • RESPIRAZIONE

Attraverso gli esercizi di respirazione yogica (pranayama), è possibile regolarizzare più facilmente il proprio equilibrio emozionale, rilassandosi. Respirare con consapevolezza migliora notevolmente la capacità di percepire i segnali inviati dal corpo, entrando in connessione con se stessi e con il bambino. Attraverso l’inspirazione profonda si attiva il sistema parasimpatico, aiutando a regolare pressione e battito cardiaco, migliorando digestione e riposo notturno, rinforzando anche il sistema immunitario;

 

  • MOBILIZZAZIONE VERTEBRALE

I movimenti corporei derivano tutti dalla stessa matrice: LA COLONNA VERTEBRALE. Dunque conoscere il movimento naturale delle vertebre che compongono la nostra colonna vertebrale, significa conoscere il movimento di tutto il corpo;

 

  • MOBILIZZAZIONE DEL BACINO

Favorendone la corretta espansione durante la gestazione e l’espulsione. Già…non è affatto semplice. Madre natura ci ha dotato di una macchina perfetta (il bacino) per accogliere il bimbo durante gestazione e parto, il problema è che nel corso della nostra vita ne abbiamo perso funzionalità e consapevolezza. Con appositi movimenti ed esercizi di respirazione torniamo a conoscere e percepire il nostro bacino sia dal punto di vista scheletrico che muscolare. Anche la circolazione sanguigna e linfatica traggono grande giovamento, contribuendo quindi a ridurre gonfiore e pesantezza alle gambe;

 

  • APERTURA DEL TORACE

Si perché lo sappiamo bene, durante la gravidanza si modificano postura ed equilibrio (fisico e mentale), andando a creare nuovi disequilibri muscolo-scheletrici, con conseguenti dolori e contratture. Terminata la gravidanza ci aspettano poi lunghe (ma piacevolissime) sedute di allattamento e di coccole, alle quali non possiamo arrivare impreparate.

 

Non importa se sei una principiante o una praticante esperta, lo yoga prenatale è per tutti ed è facile da imparare. Se sei incinta e stai cercando un buon modo per mantenerti in forma (ma anche rilassarti), prova lo yoga!

 

“Il parto è l’unico appuntamento al buio della tua vita,

in cui sai che incontrerai l’Amore della tua vita.”

Anonimo

 

Buona gravidanza e buona pratica a tutte!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *